Jon Jones vs. Alexander Gustafsson: analisi incontro

di
Aggiornato: 22 settembre 2013
Prec1 of 1Pros

Jones-gomitata-Gus

All’evento UFC 165, il campione Jon Jones ha difeso il suo titolo vincendo ai punti contro Alexander Gustafsson. Con questa vittoria Jones ha portato a sei le difese della sua cintura e questo numero significa record, mai nessuno era riuscito a difendere il titolo dei pesi massimi leggeri per più di 5 volte (solo Tito Ortiz era arrivato a cinque difese).

Questo record è un grandissimo risultato per Jones ma purtroppo per lui non è arrivato nel migliore dei modi. L’incontro con Gustafsson è stata una vera e propria battaglia, entrambi i lottatori alla fine erano distrutti e la vittoria non è stata “pulita” ma bensì un po’ controversa.

In molti sono a pensare che Gustafsson meritava la vittoria e tra questi non pochi lottatori UFC: Michael Bisping, Phil Davis, Josh Barnett, Martin Kampmann, Luke Rockhold, Gray Maynard, Ricardo Lamas, Tito Ortiz, Dan Hardy e Kelvin Gastelum hanno dato la vittoria a Gustafsson.

Naturalmente sono molti a pensare che la decisione sia stata giusta ma di sicuro c’è solo una cosa, questo incontro molto probabilmente sarà il migliore dell’anno 2013.

Adesso andiamo ad analizzare l’incontro round per round. Tenete presente che prima di scrivere questo articolo ho guardato l’incontro per ben tre volte.

Primo Round

Per la prima volta Jon Jones incontra un top della sua stessa stazza, io non sono mai stato un critico del campione, mai ho detto frasi del tipo “Jones vince perché è più alto e ha l’allungo” ma dopo questo incontro inizio ad avere dei dubbi, Jones fin dall’inizio non è riuscito a fare quello che ha fatto contro tutti gli altri sfidanti e cioè mantenerli lontani e colpirli in continuazione senza subire, naturalmente adesso non dico che il suo successo è dovuto all’altezza e all’allungo ma sicuramente dopo questo incontro possiamo dire che hanno giocato un ruolo importante.

Gustafsson fin dall’inizio gli ha fatto capire che con lui la musica era diversa. Lo svedese ha girato intorno a Jones e lo ha colpito con buoni pugni ed è persino riuscito a fare l’impensabile, ha finalizzato un takedown contro Jones e ha stoppato quelli del campione. Jones in questo primo round è partito molto lento, la maggior parte dei suoi primi attacchi sono stati molto telefonati, negli ultimi due minuti ha iniziato a ingranare ma nessuno dei suoi calci alle gambe e al corpo è stato da ricordare.

Risultato: 10-9 Alexander Gustafsson senza alcun dubbio.

 

Secondo round

Questo è il round più difficile da assegnare. Gustafsson ha continuato a fare quello che ha fatto nel primo round e cioè girare intorno a Jones e colpirlo con le sue veloci combinazioni e stavolta anche con qualche calcio ma al contrario del primo round, lo svedese ha avuto leggermente meno successo. Jones dopo un brutto primo round ha iniziato a prendere le misure e ha messo a segno parecchi calci ma pochi davvero significativi e un ottima gomitata. Questo round potrebbe essere assegnato ad entrambi ed è per questo che per me è un pareggio.

Risultato: 10-10. Non si vedono mai round 10-10 in UFC ma esistono nel regolamento e per me questo è una di quelle occasioni in cui il 10 a 10 sarebbe stato giusto. Se dovessi per forza scegliere un vincitore, darei il round a Jones.

 

Terzo round

Round facile da assegnare. Gustafsson continua a fare movimento mettendo a segno delle ottime combinazioni con diretti incrociati e montanti mentre Jones a parte qualche calcio ha fatto veramente poco.

Risultato: Gustafsson 10-9

 

Quarto round

Questo è il round decisivo dell’incontro. Gustafsson domina per la maggior parte del round colpendo Jones con diretti, diretti incrociati e montanti e ha stoppato tutti i takedown del campione. Sarebbe stato un round da assegnare allo sfidante ma a 37 secondi dalla fine, Jones mette a segno una delle sue gomitate (foto) e segue con una sfuriata di pugni, calci e ginocchiate che quasi mettevano KO Alexander. Davvero un peccato per lo svedese ma un colpo da campione di Jones che in una situazione difficilissima è riuscito a mettere a segno quel colpo decisivo.

Risultato: Jones 10-9

 

Quinto round

Nei primi due minuti, round davvero equilibrato ma a due minuti e mezzo dalla fine Gustafsson si è spento, saranno stati i colpi ricevuti nel quarto round o il continuo movimento alla fine lo ha sfiancato, non si sa, ma lo svedese ha finito l’incontro sfinito, incapace di continuare a fare quello che aveva fatto dall’inizio. In questi ultimi minuti Jones ha piazzato degli ottimi calci e una ginocchiata volante e il round va a lui.

Risultato: Jones 10-9

Risultato finale: 48-48 PAREGGIO. Serve una rivincita. Ma come ho detto prima, se fossi costretto ad assegnare un vincitore a quel secondo round allora il risultato finale sarebbe 49-48 per Jones.

Questo al momento è il migliore incontro dell’anno e di sicuro il migliore incontro della storia del titolo dei pesi massimi leggeri.

Tante cose abbiamo imparato dopo questo incontro. Io mai e poi mai mi sarei aspettato Gustafsson stoppare 10 takedown di Jones e addirittura essere lui il primo a portare l’incontro a terra. Gustafsson ieri ha sorpreso il mondo intero dimostrando a tutti di essere uno dei lottatori più forti al mondo e con una resistenza assurda.

Pure Jones ha dimostrato molto in questo incontro. Anche se Jon è uno striker molto forte e creativo credevo che Gustafsson fosse di parecchio superiore ma il campione ha lottato alla pari, mi avessero detto “Jones e Gustafsson lotteranno sempre in piedi” avrei risposto “Alexander lo mette KO” ma questo non è successo. Dopo questo combattimento sappiamo che Gustafsson è un pugile nettamente superiore a Jones ma Jon con i suoi calci e le sue gomitate gli può tener testa. Bones ieri ha dimostrato di essere un vero campione, è la prima volta che è stato costretto a lottare in un certo modo ed è riuscito lo stesso a vincere mostrando di avere pazienza e cuore.

La prima cosa che si è detto alla conferenza stampa dopo l’evento e la prima cosa che hanno pensato in molti subito dopo l’incontro è la rivincita. Dana White ha dichiarato di essere interessato ma ancora niente è stato deciso. Personalmente credo che la rivincita sia la mossa più giusta, mi dispiace per Glover ma Gustafsson merita la rivincita. Teixeira anche se ha un ottimo record non ha ancora mai battuto un top 5 di categoria quindi darei il prossimo incontro per il titolo ad Alexander senza dubbio lo merita di più lui di Glover.

Qualsiasi sia il prossimo futuro sono sicuro che Jones e Gustafsson prima o poi lotteranno di nuovo.

Che incontro!

Qui per i risultati completi dell’UFC 165.

Qui per la conferenza stampa dopo l’evento.

Qui per gli highlights dell’evento.

Qui per rivedere la decisione e le interviste di Joe Rogan in gabbia.

 

 

 


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/mmaworld/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273