Georges St.Pierre vs. UFC

di
Aggiornato: 17 gennaio 2014
Prec1 of 1Pros

Le polemiche di Georges St-Pierre e le risposte della UFC

St-Pierre-2

Georges St-Pierre, uno dei campioni più dominanti nella storia della UFC, come sappiamo ha deciso di ritirarsi dalle MMA per “motivi personali”. Per la prima volta, qualche giorno fa, ha deciso di spiegare il motivo che lo ha portato a fare questa scelta e queste sono le sue parole:

“Una cosa che mi ha sempre infastidito è la mancanza di accurati e approfonditi test antidoping, e tra l’altro questo è uno dei motivi per la quale ho deciso di ritirarmi e farmi un po’ da parte.

Volevo fare qualcosa per questo sport che amo e che purtroppo sta prendendo una direzione sbagliata.

Spero che prima o poi si riescano ad ottenere accurati test antidoping.”

Oltre a queste dichiarazioni, l’ex campione ha anche affermato:

“C’è un’organizzazione che ha il monopolio, quindi i lottatori non hanno molto potere. Non possono parlare liberamente perché se uno dicesse quello che pensa, verrebbe punito”

Per chi non lo sapesse, prima del suo incontro con Johny Hendricks, il canadese aveva proposto alla UFC e al suo avversario di sottoporsi ai test antidoping volontari (VADA) prima e dopo l’incontro, richiesta che inizialmente Hendricks aveva accettato, ma poi era tornato sui suoi passi e cambiato idea. In realtà, Johny e GSP si erano fraintesi, uno voleva che fosse la VADA a fare i test e l’altro la WADA e una volta capito che stavano parlando di cose diverse non riuscirono a mettersi d’accordo. Questo portò Dana White a dichiarare che i due sembravano due stupidi e non appoggiò l’iniziativa di Georges St-Pierre e questo ha dato molto fastidio all’ex campione.

Successivamente GSP si sottopose ugualmente ai test uscendone pulito.

Queste ultime dichiarazioni di Georges St-Pierre però non sono affatto passate inosservate dalla UFC, infatti, Lorenzo Fertitta, co-proprietario e amministratore delegato dell’organizzazione, ha risposto all’atleta, in un intervista e questo quanto ne è uscito fuori:

“Georges St-Pierre con le accuse che ci ha fatto sui controlli antidoping mi ha davvero deluso.

Credo che un altra organizzazione oltre alla nostra che sottopone gli atleti ai controlli cui li sottoponiamo noi non esiste.

Paghiamo le commissioni atletiche quando ci chiedono di fare i controlli e in aggiunta li incentiviamo pure a farli.

Ogni volta che ci sono novità che possono migliorare ancora di più questa cosa noi siamo sempre in prima linea.

Sicuramente ci sono i lottatori che cercano di imbrogliare ma noi, come avete visto, li stiamo trovando e li puniamo severamente, togliendogli i soldi, sospendendoli e addirittura licenziandoli in altri casi.

Puniamo severamente con la speranza di far capire a tutti che fare uso di sostanze illegali in fin dei conti non vale la pena.”

Oltre a Lorenzo Fertitta, anche il presidente Dana White ha rilasciato un intervista sull’argomento:

“Sono in contatto sempre con le commissioni atletiche dove discutiamo degli arbitri dei giudici e soprattutto dei test antidoping, che tra l’altro, non è stato l’unico a sottoporsi a test volontari ma lo hanno fatto anche Josh Barnett e Travis Browne. Inoltre non può dire che i lottatori che cercano di imbrogliare passano inosservati poiché molto recentemente, Antonio Silva, lo abbiamo sospeso per doping, gli abbiamo tolto i soldi del bonus e sottratto lo stipendio, dopo lo stratosferico incontro con Mark Hunt. Se questo significa essere indulgenti, allora lo siamo.”

In merito alle dichiarazioni di GSP sul fatto che la UFC sia un monopolio, Dana White ha commentato:

E per quanto riguarda l’altra cosa che ha detto, che siamo un monopolio. Viacom c’e un avversario. Hanno 40 miliardi di dollari. Okay. Io in tutta la mia vita, non vedrò mai 40 miliardi di dollari  e neanche l’UFC. Quindi non siamo un monopolio. Quindi tutto quello che Georges St-Pierre ha detto è un po’ stravagante”

Poi però White ha parlato anche di quello che per lui sia il vero problema di Georges St-Pierre.

“Secondo me è arrabbiato perché ho detto che lui non era il vincitore dell’incontro con Hendricks e se il problema è questo è semplice da risolvere. Basta che mi chiama e ne parliamo, ho discusso faccia a faccia con lui dopo l’incontro e non mi ha detto niente e il tutto mi sembra un po’ strano.”

Voi che ne pensate di tutto ciò ?


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/mmaworld/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273